Ciclone 2019 - Mani Unite Onlus

Ciclone 2019


Ciclone Idai

Era la metà di marzo quando il ciclone Idai si abbatteva sulle regioni centrali del Mozambico provocando un disastro di cui non vi è memoria, peggiore delle inondazioni del 2000... Leggi

 
Iban Mozambico 600 .png

Dona con PayPal
 
 

 

 

Lettera dal Mozambico

Ci scrive il nostro referente locale, Carlitos Machate, al quale abbiamo chiesto di raccontarci la notte dell'Apocalisse, ossia la notte in cui passò il ciclone Idai. Leggi la lettera

 

 

Tutti salvi i bambini sostenuti a distanza!

I nostri operatori sociali hanno visitato tutti i bambini sostenuti a distanza e nessuno di loro ha avuto danni fisici. A breve vi giungeranno le fotografie.

Purtroppo questo non si può dire per le abitazioni: quasi tutti i minori sostenuti hanno avuto danni alla propria casa: molte sono crollate mentre molte altre hanno avuto il tetto scoperchiato.  Leggi tutta l'informazione.

 
Ciclone web home.jpg

 

 

3500.jpg
Emergenza Mozambico - 3 aprile

La scarsità di acqua pulita spinge le persone ad utilizzare acqua non potabile con tutti i rischi che ne derivano, il maggiore dei quali è il colera, che ha già colpito oltre un migliaio di persone. Per evitare l’epidemia sono giunti... Continua a leggere.
AA.Colera.jpg
Emergenza Mozambico - 28 marzo

Come previsto, nelle regioni colpite dal ciclone si sono manifestati i primi casi di colera. Ad oggi le vittime sono dieci, mentre i casi di dissenteria acuta accertati sono oltre 2.700. L’Unicef ha dichiarato che si tratta di "una corsa...  Continua a leggere.
Cattura.JPG
Emergenza Mozambico - 26 marzo

"Stiamo lavorando per mitigare le malattie che tra poco insorgeranno” afferma il ministro dell’Ambiente mozambicano, Celso Correia in occasione di una conferenza stampa nella sala del centro emergenze, installato all’aeroporto di Beira.. Continua a leggere.
13 (4).JPG
Emergenza Mozambico - 25 marzo

Ancora oggi, ad oltre dieci giorni dal passaggio del ciclone, circa 3500 persone attendono  di essere soccorse mentre altre 190mila, residenti nella città di Beira, sono rimaste senza casa, senza acqua e senza alimenti... Continua a leggere.
Moz 1 (18).jpg
Emergenza Mozambico - 21 marzo
 
Iniziato il piano di aiuto alimentare per 400mila persone residenti nella città di Beira e dintorni da parte del Programma Mondiale dell’Alimentazione. Attualmente vi sono alimenti per tre o quattro giorni E' in corso anche...Continua a leggere
Beira (10).jpg
Emergenza Mozambico -19 marzo

“Stanno scaricandosi i telefonini ed è andata via la corrente. Aspettiamo che ritorni per richiamarvi e darvi notizie aggiornate. Da poco ha iniziato a piovere e il vento sta crescendo. Ma per ora tutto bene. State tranquilli...  Continua a leggere
Ciclone Idai_Vario (42).JPG
Emergenza Mozambico -16 marzo

Un violento ciclone ha colpito il Mozambico tra giovedì e venerdì scorso (15 marzo), provocando danni non ancora quantificabili.

Ad oggi non abbiamo nessuna notizia. Gli ultimi contatti con i nostri animatori risalgono a giovedì pomeriggio, quando abbiamo telefonato per avere notizie del ciclone che stava entrando in quelle ore nella regione in cui stiamo svolgendo le attività di sostegno. Poco dopo le linee telefoniche si sono interrotte.
La città di Beira, la seconda città del Mozambico, è isolata senza acqua né energia elettrica. Ogni comunicazione è interrotta. Le immagini che si vedono sul web si riferiscono a venerdì scorso oppure ad altri contesti.

Anche i telegiornali mozambicani, così ci hanno riferito, parlano di difficoltà a comunicare con le località della zona centrale del Mozambico, dove risiedono tutti i bambini che stiamo sostenendo a distanza. Nessun contatto anche con i nostri referenti locali.

Non appena sarà possibile ristabilire i contatti, i nostri volontari provvederanno a visitare tutte le famiglie dei minori che stiamo sostenendo e sarà nostra premuta inviarvi notizie aggiornate.

 

 
Mani Unite Mozambico (Onlus) 
Via C. Battisti, 7/A - 33100 Udine  
Via F. Molteni 2/1 - 16151 Genova

Tel. +39 348 2661321   
CF 95109720102