Il contesto - Mani Unite Mozambico

Il contesto

tempo rubato.jpg
Sosteniamo le comunità più povere del Mozambico mediante la realizzazione di pozzi d'acqua, il primo e fondamentale passo verso l'autosufficienza alimentare e la diminuzione delle malattie causate dall'uso di acqua non potabile. 

 
Mozambique-outline-web.jpg
Alcuni distretti del Mozambico, in particolare quelli meridionali e parte di quelli centrali, soffrono di scarsità d’acqua a causa di ricorrenti siccità (la più grave è avvenuta nel 2017 come conseguenza del El Niño, di fatto la peggiore siccità degli ultimi 30 anni).

Le fonti d'acqua esistenti non sono sufficienti, sia per l’aumento demografico della popolazione, sia perché una parte di fonti risulta inoperativa a causa di avarie meccaniche o per l’abbassamento della falda idrica.

Ne consegue che gran parte della popolazione soffre di un limitato accesso all’acqua potabile ed è costretta ad approvvigionarsi in fonti lontane dalla propria abitazione oppure in corsi d’acqua.

Un disagio notevole per donne e bambini che impiegano gran parte del loro tempo alla ricerca e al trasporto dell’acqua con effetti sociali negativi: incuria dei figli, mancanza d’igiene domestica, assenteismo scolastico.

L’utilizzo di acqua impropria (quella raccolta in pozze pluviali e in corsi d’acqua) colpisce in particolare i bambini, esposti a rischi sanitari che ne compromettono lo sviluppo fisico.
Una cattiva salute inoltre riduce il loro potenziale cognitivo e aumenta l’abbandono scolastico.
 
11.jpg

#Diminuiscono le malattie legate al consumo di acqua impropria
L'acqua non potabile e la mancanza di servizi igienici è una tra le maggiori cause di mortalità, soprattutto infantile: favorisce il colera, la malaria e disturbi intestinali.
Le malattie causate dall'uso di acqua non potabile uccidono più persone ogni anno di tutte le forme di violenza, inclusa la guerra.¹
Di queste vittime, il 43% sono bambini di età inferiore ai 5 anni.

#Libera le donne da un gravoso impegno quotidiano
Nella maggior parte dei villaggi africani la responsabilità della raccolta dell'acqua ricade sulle donne che, ogni giorno, spendono ore per trasportare l'acqua alla propria abitazione. Un pozzo consente alle donne di un villaggio di curare l'aspetto familiare e creare opportunità di studio e di impiego.
Gli obeittivi di Sviluppo Sostenibile elaborati dall'Onu nel 2015, impegnano la comunità internazionale ad assicurare l'accesso all'acqua entro il 2030.

#Rende responsabile la comunità sulla gestione delle risorse idriche e ambientali
L'esperienza ha riscontrato che la componente femminile è importante per la capacità di educare vicini e familiari sul corretto uso dell'acqua, per non permettere l'utilizzo di acqua non potabile, per prevenire le malattie che possono colpire adulti e bambini. I corsi di formazione rivolti alle donne riguardanti le tecniche per migliorare la coltivazioni di orti comunitari riescono ad incidere nel cambiamento della vita quotidiana della comunità che, riconoscendo alla componente femminile un ruolo attiva ed educativa nella gestione idrica, ne seguirà esempi e consigli.
 
 
Acqua pulita significa Salute, Sviluppo e Futuro.
 
Significa dare una risposta concreta ed efficace alle necessità primarie alle comunità rurali in modo che dispongano di acqua pulita.

Significa prevenire le malattie come il colera, il tifo e il tracoma, che derivano dall'utilizzo di acqua non potabile e che colpiscono in particolare i bambini.

Significa consentire alle donne, e spesso anche ai bambini,  di percorrere ogni giorno  lunghe distanze per approvvigionare d'acqua la propria famiglia.

Significa consentire alle comunità di poter coltivare il terreno e sviluppare attività che generano reddito, contribuendo a uscire dalla spirale della povertà.

 
2.png
Ecco alcuni degli interventi più recenti realizzati in Mozambico negli scorsi mesi.   Leggi
la tecnica.jpg
Impieghiamo tecnologie semplici, economiche e soprattutto sostenibili.   Leggi
 
  Approfondimenti:
 

 

 
Mani Unite Mozambico (Onlus) 
Via C. Battisti, 7/A - 33100 Udine  
Via F. Molteni 2/1 - 16151 Genova

Tel. +39 348 2661321   
CF 95109720102