La storia - Mani Unite Mozambico

La nostra storia

La nostra storia.jpg
Una storia iniziata nel 1986
 
Vez_Foto grigia.jpg
Mani Unite è una realtà giovane ma la sua origine risale a molti anni fa.
Era infatti il 1986 quando il fondatore di Mani Unite, Veziano Armandi, in occasione di una visita in Mozambico a quel tempo sconvolto dalla guerra civile, si rese conto che per mitigare gli effetti della povertà in cui viveva gran parte della popolazione e in particolare i bambini, non erano necessari grandi proclami politici ma piuttosto interventi finalizzati a garantire l’istruzione, una corretta nutrizione e un sostegno sanitario.

Veziano lascia senza nostalgia le passeggiate domenicali, le ferie in montagna e le serate davanti alla televisione per scegliere il rischio della malaria, i dolori e la povertà di una terra martoriata. Sceglie di stare al fianco dei bambini a cui la guerra e la povertà avevano rubato l’infanzia.

Nel 1988 fonda il Centro Cooperazione Sviluppo, che negli anni diventerà una grande realtà di sostegno per decine di migliaia di bambini africani.

Nel 2006 lascia il Centro Cooperazione Sviluppo e nel 2007 fonda Mani Unite, una realtà composta prevalentemente da mozambicani, i veri attori dei cambiamenti sociali nel loro Paese. La scelta di offrire la sua esperienza e la sua disponibilità a questa realtà, come egli stesso afferma “è stato un punto di arrivo dopo molti anni trascorsi ad offire un futuro migliore ai bambini africani e uno stimolante punto di partenza per iniziare nuovi percorsi di solidarietà”.

 
111.jpg

Con la fine della guerra civile nel 1992 è stato possibile di implementare iniziative di sviluppo e cooperazione intervenendo in modo più incisivo nell’area dell’infanzia e dello sviluppo comunitario, sino ad attuare il programma di adozioni a distanza grazie al quale migliaia di bambini hanno avuto la possibilità di cambiare il loro futuro e migliaia di famiglie sono state alleviate dalle spese scolastiche dei loro figli, altrimenti destinati a rinunciare all'istruzione.
 
Decine di nuovi edifici scolastici hanno accolto alunni sino ad allora costretti a seguire le lezioni sotto un albero mentre molti giovani sono divenuti falegnami, carpentieri e sarti, affrancandosi dalla povertà e contribuendo allo sviluppo del loro Paese senza essere costretti ad emigrare.
 
Tutto questo è stato possibile grazie al sacrificio, alla tenacia e alla perseveranza dei nostri volontari che, confluiti successivamente in Mani Unite, continuano con immutato entusiasmo la missione iniziata molti anni fa: garantire l’istruzione, combattere l’analfabetismo, promuovere lo sviluppo comunitario.

Vai al Diario mozambicano

 

 
Mani Unite Mozambico (Onlus) 
Via C. Battisti, 7/A - 33100 Udine  
Via F. Molteni 2/1 - 16151 Genova

Tel. +39 348 2661321   
CF 95109720102